D.G.R. Bacino Padano

Nuovo accordo per la qualità dell'aria nel Bacino Padano

Le Regioni del bacino padano (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte) hanno recentemente introdotto delle misure speciali antinquinamento che coinvolgono da vicino il settore stufe e caminetti.

Tali provvedimenti prevedono delle limitazioni all’utilizzo di apparecchi a biomassa che non raggiungono specifiche performance per quanto riguarda emissioni e rendimenti, in caso di sforamento di determinati limiti di inquinamento atmosferico.

Stufe e caminetti vengono quindi classificati in base alla loro classe di qualità ambientale, espressa attraverso un numero di “stelle” (da 2 a 4).

Quali sono i prodotti che si possono utilizzare nei periodi di allerta

L'Accordo per il Bacino Padano prevede due livelli emergenziali per i quali vengono emanate delle misure temporanee antinquinamento.
Queste misure consentono di utilizzare solo alcuni tipi di generatori di calore, che sono in grado di rispettare determinati valori di emissioni e rendimenti, in base alla classificazione ambientale introdotta dal Decreto 7 novembre 2017 n. 186 (decreto attuativo dell'articolo 290, comma 4, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152).

Queste restrizioni si applicano dal 1° ottobre al 31 marzo.

Dove si applicano le misure antinquinamento

Ogni Regione ha stabilito il proprio ambito di applicazione delle misure temporanee ed emergenziali:
  • Lombardia (DGR n. X/7095 del 18/9/2017): le misure si applicano nelle aree urbane dei Comuni sopra i 30.000 abitanti appartenenti alle fasce 1-2, come definite dalla d.G.R. n. 2578/14, e possono essere applicate da altri Comuni in caso di adesione volontaria;
  • Emilia Romagna (DGR n. 1412 del 25/09/17): le misure si applicano nel territorio dei Comuni dell’agglomerato di Bologna e in tutti i Comuni con popolazione sopra i 30.000 abitanti della provincia in cui è avvenuto lo sforamento;
  • Piemonte (DGR 42-5805 del 20/10/2017): le misure si applicano nel territorio dei Comuni dell’agglomerato di Torino e dei Comuni con popolazione superiore ai 20.000 abitanti (1);
  • Veneto (DGR n. 836 del 06/06/2017): le misure si applicano prioritariamente nelle aree urbane dei Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti presso i quali opera un servizio di trasporto pubblico locale, ricadenti in zone presso le quali risulta superato uno o più dei valori limite del PM10.
 
(1) La Regione Piemonte non ha recepito le misure temporanee di secondo livello relativamente agli impianti a biomassa.

I prodotti Cerampiù a 3 e 4 stelle

I prodotti Cerampiù, ovvero stufa Sintesi, Stubetta Quadra/Rondò e Stubetta Chef, sono certificati con 4 stelle. Grazie alla loro tecnologia ed accurata progettazione, anche tutti i caminetti e termocamini Hoxter si posizionano nelle più elevate classi di merito e possono pertanto essere utilizzati anche nei periodi di allerta.

Si precisa che le stufe ad accumulo in maiolica costruite sul posto, in riferimento alla EN 15544, non sono comprese in questa normativa e pertanto, come è stato specificato dalla Regione Lombardia, le dGR non sono applicabili e tali stufe non saranno soggette ad alcun provvedimento.

Cerampiù ha predisposto un catalogo dei propri prodotti coerenti e utilizzabili con i livelli emergenziali:

Classe 4 stelle

Classe 3 stelle