1) Fa risparmiare sul costo del riscaldamento

Perfino secondo le previsioni delle grosse multinazionali del petrolio e del gas occorre considerare che le scorte di fonti energetiche fossili potrebbero esaurirsi definitivamente già nel corso di questo secolo. Di legna invece ne abbiamo in abbondanza, proprio a casa. La legna è da secoli la fonte energetica più a basso costo. Lo si può dedurre anche dal grafico a lato: coloro che scaldano con stufe a legna pagano per una casa media o un appartamento una cifra annua compresa tra un terzo e metà di quella spesa da chi utilizza gasolio o metano.

2) Ci dà sicurezza contro la crisi

Lo si legge ogni giorno nei giornali: i cicloni negli Stati Uniti paralizzano le raffinerie, nel vicino Oriente i conflitti militari sono all’ordine del giorno, in Iraq la situazione si aggrava o la Russia riduce i trasferimenti di gasolio e metano a causa di tensioni politiche con gli ex membri dell’URSS. La conseguenza: da noi arriva meno combustibile e i prezzi esplodono. A ciò si aggiungono, a casa nostra, i danni dovuti al maltempo: migliaia di case rimangono senza corrente, a causa di tempeste, neve o problemi tecnici. Tutto questo non interessa per niente la stufa in maiolica: essa non ha bisogno di corrente elettrica e il suo combustibile cresce fuori dalle nostre porte.

3) Rispetta l’ambiente

La stufa in maiolica fa risparmiare anche nel bilancio energetico. Il suo contributo al cambiamento ambientale, che è da ricondurre in sostanza all’elevato carico di CO2, è pari allo 0%, perché nella stufa in maiolica la legna brucia in modo neutrale rispetto al CO2. Cosa che quasi nessuno sa: è uguale se il legno marcisce nel bosco oppure viene bruciato. In entrambi i casi si forma diossido di carbonio e nella stessa esatta quantità, quella di cui gli alberi hanno bisogno per la loro crescita. Riscaldare a legna è quindi estrazione di energia nel circolo della natura e per questo risulta particolarmente ecocompatibile. Presupposto per questo è soprattutto che si scaldi correttamente, cioè con legna naturale, asciugata all’aria, con contenuto di acqua massimo del 20%. Questo effetto si ottiene dopo circa due anni di stoccaggio.

4) Regala benessere in casa propria

Il particolare effetto benessere viene dalle mattonelle. Esse hanno la caratteristica di rilasciare nell’ambiente l’energia accumulata dal giro fumi interno e dalla maiolica di rivestimento come calore radiante piacevole e salutare. Altri sistemi di riscaldamento non hanno questo irraggiamento diretto della stanza, ma funzionano secondo il principio della convezione: l’aria viene riscaldata nell’apparecchio, sale verso l’alto e scende dall’altra parte della stanza verso il basso. Si crea così un circolo che sì riscalda la stanza, ma mette anche in movimento tutta l’aria dell’ambiente, assieme a tutte le particelle di polvere. Inoltre le superfici metalliche delle stufe a legna convenzionali hanno una temperatura così alta che è meglio non toccarle. La stufa e i caminetti in maiolica al contrario invitano a raggomitolarsi e appoggiarvisi in un momento di relax.

5) Favorisce la salute

Un intero filone di studi mostra che le stubi in maiolica contribuiscono sostanzialmente al mantenimento della nostra buona salute. Il calore radiante, paragonabile all’effetto dei raggi del sole, agisce come riduttore dello stress. Scegliendo una stufa a legna in maiolica, che riscalda per irraggiamento, è possibile ridurre notevolmente le conseguenze che derivano dal riscaldamento per convezione, come ad esempio il movimento di polvere. Ciò è fondamentale per la nostra salute, soprattutto per le persone che soffrono di allergie. Il calore viene inoltre impiegato come terapia per diverse malattie. Ad esempio, nell’ospedale AKH di Vienna ciò si è mostrato particolarmente significativo da quando si è iniziato a favorire il trattamento dei malati di reumatismi con il tiepido calore radiante delle mattonelle. Un piacevole sollievo dai dolori e l’aumento della mobilità sono stati documentati scientificamente.

6) È efficiente e adattabile alle esigenze della vita moderna

Chi non conosce la romantica scena davanti al caminetto? A molti piace stare a guardare le fiamme ardenti del caminetto a legna, ma chi ha provato ad allontanarsi da esso più di due metri sa che l’effetto del calore è nella maggior parte dei casi secondario. Anche per questo il fumista ha la soluzione ideale: vedere il fuoco e beneficiare di un calore efficiente. Tutto questo lo possono fare infatti le stufe a legna in maiolica con porta dotata di vista fuoco e i caminetti radianti rivestiti in maiolica. È sufficiente inserire nella propria stube una porta dotata di un vetro speciale. Essa consente di godere del rilassante effetto di vedere il gioco delle fiamme. Allo stesso tempo le mattonelle fanno sì che il calore venga ceduto in modo proporzionato e che si diffonda in tutto l’ambiente.

7) Il suo utilizzo è comodo e semplice

Scegliere una stube a legna in maiolica significa anche risparmiare tempo. Bastano infatti soltanto due cariche di legna al giorno (una la mattino e una alla sera) per godere di un ambiente caldo 24 h su 24. Inoltre, la tecnologia moderna ha creato dei dispositivi che permettono di controllare la combustione in modo meccanico o elettronico: è sufficiente accendere il fuoco e mettere in funzione la centralina, nello specifico il Time Control o il Fire Control di Cerampiù, che si occuperanno di prendere l’aria per la combustione e di chiudere la serranda quando la combustione sarà terminata. Come rinunciare al calore che vi avvolge entrando in casa dopo una giornata di lavoro?

8) È un vero elemento d’arredo e di design

Certamente esiste ancora la classica stufa in maiolica nella mise verde e la cupola sopra il corpo massiccio e quadrangolare. Esse però si sono anche modificate nel tempo. Forme flessibili, uno spettacolo pirotecnico non solo all’interno, ma anche nei colori dell’aspetto esterno che hanno reso la stufa in maiolica il mezzo di riscaldamento più adattabile al mondo. Ogni dimensione, ogni forma e ogni design sono possibili, poiché ognuna di queste unioni di maioliche da parte di mani esperte possono adattarsi ai desideri del cliente e alle circostanze dell’ambiente. Questo non accade con altri mezzi di riscaldamento.

9) È un valore che si può tramandare

Le stufe in maiolica ci sono da centinaia di anni. Nella principale attrazione turistica austriaca, il castello di Schönbrunn, ce ne sono circa 90, risalenti al diciottesimo secolo. In molte fattorie e locande ci sono stufe in maiolica che hanno accompagnato intere generazioni. Questo non vale solo per l’Austria; anche in Italia infatti la stufa in maiolica è un prodotto molto diffuso da tempo ed è possibile ritrovare in castelli e ville antichi esempi di stufe prestigiose. È un valore che supera le generazioni e che si può tramandare. La stube in maiolica rappresenta anche l’unico mezzo di riscaldamento che riesce a coniugare tradizione e innovazione: la qualità dei materiali e l’artigianato tradizionale vanno infatti mano nella mano, ieri come oggi e domani, con le più moderne tecnologie.

10) Scalda l’ambiente e non solo…

La stufa in maiolica viene costruita su misura e sul posto, adattandosi quindi sia alle esigenze e ai gusti del cliente, sia alla dimensione dell’ambiente da riscaldare. È possibile inoltre dotare la stufa a legna di un inserto con scambiatore acqua (al posto della tradizionale camera di combustione in refrattario), per poter utilizzare il calore prodotto dalla combustione sia per riscaldare l’ambiente, sia per la produzione di acqua calda: l’impianto viene collegato con un serbatoio, dal quale è possibile portare l’acqua calda nelle altre stanze della casa. Questo permette di ottenere un ulteriore risparmio sui costi e un’eccellente resa della stufa.

 

(tratto da un articolo della Österreichischer Kachelofenverband Wien - Associazione Austriaca Stufe in Maiolica di Vienna)